Servizi cimiteriali AMCPS: per 9 persone su 10 il servizio è “buono/ottimo”.

16/02/2021

Giudizio buono/ottimo per più del 92% degli utenti con una media di 4,25 in una scala da 1 a 5 in aumento rispetto all’indagine 2018 nella quale era stato rilevato un giudizio buono/ottimo per il 83% e una media di 3,93.

Al questionario, presentato oggi in Sala degli Stucchi a Palazzo Trissino, e predisposto come previsto dal contratto di servizio con il Comune di Vicenza, nei mesi di ottobre-dicembre hanno risposto 124 utenti (68 femmine, 54 maschi, 2 non hanno indicato il sesso).

Il questionario, è stato suddiviso in tre macroaree: target di riferimento con sesso, età, titolo di studio, occupazione degli utenti; domande suddivise in cinque aree tematiche: affidabilità, competenza e cortesia del personale; tempestività e prontezza del servizio; accessibilità e organizzazione del servizio; qualità dei servizi specifici e accessori; accoglienza e ambiente fisico nei quali il cliente ha espresso il voto da 1 a 5 (scala Likert) e infine uno spazio per suggerimenti e osservazioni.

 

Target

L’analisi del target mostra una predominanza delle femmine rispetto ai maschi (68 a 54) con una percentuale del 20,97% di pensionati e del 40,32% di lavoratori dipendenti; seguono, poi, le casalinghe con il 11,29% e persone che svolgono altre occupazioni (lavoratori autonomi, studenti, disoccupati, altro). Per quanto riguarda il grado di istruzione si evidenzia una percentuale del 52,42% di utenti con diploma di scuola superiore, del 14,52% con diploma di scuola media e del 20,97% con laurea; a seguire utenti con licenza elementare e altro.

Domande

Agli utenti sono state poste due domande inerenti la cortesia, la disponibilità del personale, la professionalità e la competenza, rilevando un indice di gradimento buono/ottimo pari al 93,55% rispetto al 89,29% del 2018, una media voto pari a 4,56 su 5 con una importanza di tali aspetti valutata a 4,57 su 5.

Tre le domande inerenti i tempi di risposta, la gestione delle pratiche amministrative e la facilità di reperimento della modulistica aziendale con un indice di gradimento buono/ottimo pari al 84,91% rispetto al 77,35% del 2018, una media voto pari a 4,38 su 5 e una importanza di tali aspetti valutata a 4,46 su 5.

Quattro invece le domande inerenti l’accessibilità al cimitero (parcheggi, barriere architettoniche, entrata), la presenza di segnaletica, gli orari di apertura del cimitero e degli uffici; in questo caso le risposte hanno evidenziato un indice di gradimento buono/ottimo pari al 79,23% rispetto al 73,13% del 2018, una media voto pari a 4,15 su 5 e una importanza di tali aspetti valutata a 4,32 su 5.

Nella quarta area tematica sono state poste tre domande inerenti il grado di soddisfazione per le operazioni cimiteriali (sepolture, esumazioni, estumulazioni), il servizio di cremazione e di illuminazione votiva. Il questionario rileva un indice di gradimento buono/ottimo pari al 88,86% rispetto al 76,90% del 2018 e una media voto pari a 4,32 su 5 e una importanza di tali aspetti valutata a 4,37 su 5. Una menzione particolare merita la domanda sulla cremazione che risulta essere quella che ha ricevuto meno risposte in quanto, evidentemente, tale servizio non è abitualmente utilizzato dai cittadini vicentini anche se in aumento rispetto agli anni passati.

Infine, nella quinta area tematica, sono state poste tre domande circa il grado di pulizia degli ambienti interni del cimitero, la manutenzione del verde e il decoro in generale. Il questionario rileva un indice di gradimento buono/ottimo pari al 71,78% rispetto al 67,99% del 2018, una media voto pari a 3,98 su 5 e un’importanza di tali aspetti valutata a 4,44 su 5.

L’ultima domanda posta ai 124 utenti riepiloga il gradimento generale dei servizi cimiteriali e raccoglie un 92,74% di giudizio buono/ottimo con una media di 4,25 su 5.

Rispetto al 2018 si evidenzia un miglioramento in tutte le aree tematiche. Analizzando più nel dettaglio le 5 macro aree si nota come il grado di soddisfazione sia maggiore nell’ambito della affidabilità, competenza e cortesia del personale e leggermente inferiore nell’ambito della qualità dell’accoglienza e dell’ambiente fisico del servizio. Rimane pressoché identico il giudizio espresso da maschi e femmine, mentre se suddividiamo l’utenza per archi di età notiamo un giudizio più positivo nelle fasce18-44 anni e ciò si rispecchia anche nel giudizio per tipologia di professione.  

Suggerimenti

Gli utenti hanno potuto inserire anche suggerimenti e idee per migliorare il servizio cimiteriale. Su 124 questionari i suggerimenti riguardano soprattutto l’illuminazione del cimitero e del parcheggio esterno, la segnaletica, la necessità di integrare la segnaletica interna di indirizzamento presente nel cimitero, la manutenzione dei locali (servizi igienici), attrezzature (scope, scale…), la maggior disinfestazione da zanzare, e la possibilità di utilizzare software per la ricerca dei defunti. In alcuni moduli gli utenti si dichiarano “molto soddisfatti” del personale.

 

Soddisfazione da parte dell’amministratore unico di AMCPS Carlo Rigon che ricorda come “Amcps per i servizi cimiteriali fa tutto ciò che è nelle sue possibilità, non solo nelle attività gestionali e manutentive, ma anche in quelle di carattere generale, organizzativo e propositivo. In particolare, in merito all’annoso tema dello sprofondamento delle tombe, con la definizione del nuovo contratto di servizio partito a gennaio 2021 è stato ricompreso nel canone anche il finanziamento delle operazioni di esumazione e di estumulazione, da effettuare a rotazione ogni due anni e una volta passati i dieci anni di mantenimento delle sepolture previsti dalle norme. Possiamo quindi procedere a mettere in campo queste operazioni di rotazione, rifacendo nel giro di pochi anni i campi più critici.

Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore ai servizi demografici Valeria Porelli “non solo per la percentuale di gradimento, ma anche perché il personale è stato definito in più occasioni come competente, disponibile, gentile e tempestivo”.